“A 28 anni dalla tragica morte dei coniugi Aversa, sento il bisogno, insieme al mio gruppo, di esprimere vicinanza ai figli, ai colleghi della polizia e a tutte le forze dell’ordine impegnate nell’affermazione della legalità e nella lotta alla criminalità organizzata. Quello del poliziotto Aversa e della moglie, è un sacrificio sempre vivo da non dimenticare mai perché è parte integrante della storia di questa nostra città dove la mafia purtroppo ha lasciato segni incancellabili e ferite sempre aperte. Questa data non è, e non può essere, un semplice numero sul calendario ma rappresenta, al di fuori della retorica, un momento di profonda riflessione in una realtà ancora intrisa di prevaricazioni, intrecci e legami opachi che bloccano il processo di sviluppo reale della città”. Lamezia ha bisogno di uno scatto d’orgoglio sempre invocato e mai fino in fondo perseguito. Per quanto ci riguarda il nostro impegno e le nostre battaglie non potranno mai prescindere da valori come democrazia, trasparenza e legalità”.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un Commento

Your email address will not be published.