Parlare di tutela ambientale, valorizzazione dei rifiuti, riciclo, raccolta differenziata ed ecologia in Italia (e nel mondo), sembra essere un cliché senza fine, che porta costantemente alla riproposizione delle stesse soluzioni, non sempre facilmente applicabili.

Ma è grazie all’impegno e alla lungimiranza oltreché alle capacità di imprenditori quali il Presidente Eugenio Guarascio, leader di Ecologia Oggi, che oggi molto si sta facendo e soprattutto si sta studiando, per puntare a un mondo sempre più pulito e vivibile per i cittadini.

“In Italia si sta facendo tanto anche se ancora ci sono problemi che nascono dalle forti differenze che persistono tra il Mezzogiorno e il Meridione, tali da non rendere l’Italia un Paese effettivamente omogeneo. La questione Meridionale non è ancora adeguatamente sfruttata. Questa grande crisi di produzione e di lavoro dovrebbe portare a puntare maggiormente nel Mezzogiorno, dalla Campania a scendere fino in Sicilia”. Queste le parole del Presidente Guarascio, da tempo attivo con la sua azienda nel Mezzogiorno, dove non sempre risulta facile operare e crescere omogeneamente con i propri colleghi del Meridione.

“La globalizzazione oggi ci consente di non creare industrie inquinanti e l’impegnarsi nell’attenzione ambientale può e deve essere occasione di lavoro. Oggi questo sistema di riciclo dei rifiuti non deve essere visto come lavoro di ‘scarsa qualità’, ma vi si possono coinvolgere ingegneri, chimici, laureati in economia: il tutto proprio per creare delle industrie che vadano nella direzione della New Economy, che è in fondo la Green Economy, un sistema economico che sappia guardare a fonti energetiche alternative quali il sole, l’acqua e anche l’energia del sottosuolo. Tutto questo potrebbe rappresentare un modo per rilanciare un Mezzogiorno dove il turismo e la qualità della vita potrebbe diventare punto di riferimento del Mediterraneo”.

Una sfida entusiasmante che Eugenio Guarascio, fondatore e presidente di Ecologia Oggi, da sempre porta avanti con lungimiranza e determinazione, grazie anche al suo impegno sociale in Confindustria, dove segue con attenzione la via della trasparenza e dell’imprenditorialità tecnologica, per un mondo più pulito e sano.

“Se si riesce ad applicare e utilizzare le migliori tecnologie contro l’inquinamento industriale, ottenendo degli ottimi risultati in Italia, questo sistema potrà facilmente essere esportato anche in altri Paesi quali il Nord Africa, dove c’è tanto bisogno di questa tipologia di modello di sviluppo”.

Non solo migliorare la condizione sociale del nostro Paese ma contribuire anche al miglioramento dello status quo del mondo. Questo il progetto “sociale” di Ecologia Oggi, da sempre perseguito dal suo presidente Eugenio Guarascio, condiviso da molti imprenditori in Confindustria; questa la ricetta da perseguire per un’Italia più sana e pulita.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un Commento

Your email address will not be published.