La Serie B non può ripartire“. Non usa giri di parole Eugenio Guarascio, a proposito della possibile ripartenza del campionato. “Solo la Serie A, visti gli interessi economici in ballo, potrebbe a mio avviso ricominciare- ha aggiunto il numero uno della squadra calabrese – Si pensi che il valore di tutta la B è pari a quello del solo Cristiano Ronaldo…”.

Il Presidente Guarascio spiega perché per lui è impossibile riprendere: “Non contiamo molto sul piano economico e non abbiamo nemmeno le strutture, alcune formazioni di B non hanno nemmeno lo stadio o quello che possiedono è inadeguato – ha aggiunto Guarascio ai nostri microfoni – Proprio per questo credo che non ci siano le condizioni per ricominciare a giocare. E poi bisognerebbe ascoltare il parere dei calciatori, che sono circa 600: non penso che tutti siano d’accordo a rischiare la salute. Io sono dalla parte del Governo e del Ministro Spadafora, perché adesso quello che conta è far ripartire innanzitutto le attività produttive, concentrandoci magari sullo sport in generale”.

Guarascio ha, infine, lanciato un monito a tutti suoi omologhi: “Chi fa calcio non può pensare solo di incassare o di vivere appunto grazie a questo sport. Il calcio ha una funzione sociale che è la base dei valori dello sport. Chi la pensa diversamente, pensando solo al risultato economico, per me non ha capito nulla. Così facendo si dà ragione a tutti quelli che ci stanno criticando”.

Da https://www.seriebnews.com/2020/04/23/serie-b-cosenza-guarascio-coronavirus-occhiuzzi/

Non ci sono ancora commenti

Lascia un Commento

Your email address will not be published.